Termosolare: Produrre Acqua Calda A Zero Emissioni. Come? Grazie Alla Luce Del Sole.

 

Termosolare e FotovoltaicoIl piacere di una doccia calda a impatto zero? 

Te lo può dare un impianto termosolare installato proprio sopra il tuo tetto!

 

Pensa... ogni giorno il Sole ci regala una gran quantità di energia che resta inutilizzata. Eppure potremmo impiegarla per tanti scopi. Considera che su ogni metro quadrato di superficie esposta alla luce del Sole, mediamente arrivano 1.000 Watt di potenza luminosa. Questa potenza può essere raccolta e opportunamente convertita per far fronte ai consumi energetici che normalmente avvengono nelle nostre case. Con il fotovoltaico possiamo generare energia elettrica. Con il termosolare, acqua calda per tutta l'abitazione.

 

L'acqua calda in casa è necessaria.

 

È una comodità che diamo per scontata; siamo abituati ad utilizzarla per diversi scopi. Tuttavia, produrla con una caldaia tradizionale significa consumare gas naturale e rilasciare anidride carbonica nell'ambiente.

 

metanoPensa che una famiglia di 4 persone arriva a consumare fino a 250 Smc (metri cubi standard) di gas metano ogni anno, per la sola produzione di acqua calda sanitaria, senza contare cioè l'acqua calda che viene impiegata per i termosifoni durante l'inverno. La combustione di questa quantità di gas comporta l'emissione di 489 kg di anidride carbonica in atmosfera. Quasi mezza tonnellata in un anno. Un impatto da non trascurare!

 

Installare un impianto termosolare significa tagliare la spesa energetica per l'acqua calda, ma significa anche ridurre le emissioni di gas serra; due buoni motivi per comprarne uno.

 

Inoltre, la normativa attuale prevede per le nuove costruzioni di fornire una quota parte del 35% dell'energia consumata in casa da fonti rinnovabili. Per questo motivo, adottare impianti ad energia rinnovabile non solo aiuta ad adempiere agli obblighi di legge, ma aumenta anche il valore dell'abitazione e la sua classe energetica,.

 

 

Termosolare A Circolazione Naturale O Forzata?

 

Un impianto termosolare è composto sempre da uno o più collettori, che raccolgono il calore del sole e lo trasferiscono all'acqua contenuta all'interno del serbatoio di accumulo. Collettori e serbatoio di accumulo sono i componenti principali dell'impianto termosolare.

 

Gli impianti termosolari possono funzionare in due modalità differenti: a circolazione naturale e a circolazione forzata.Circolazione Naturale

 

Il termosolare a circolazione naturale ha il pregio della semplicità ma è caratterizzato da una elevata dispersione termica. Infatti il boiler è posto esternamente, al di sopra dei collettori. Essendo collocato all'aperto è soggetto alle variazioni di temperatura meteorologiche, che specialmente nella stagione fredda possono ridurne l'efficacia.

 

Viene adoperato prevalentemente per singola abitazione e nucleo familiare.

 

 Il termosolare a circolazione forzata è più complesso a livello impiantistico, ma consente di raggiungere una efficienza termica più elevata; il boiler è posto all'interno, protetto dalle variazioni di temperatura dell'ambiente esterno. Pertanto, è meno soggetto a dispersione. Il calore viene trasferito dai collettori al boiler grazie al fluido pompato dalla pompa di circolazione.

 

Viene adoperato prevalentemente per utenze più importanti, come ad esempio B&B, o altre strutture ricettive.

 

 

 

Come Si Sceglie Il Numero Di Collettori Ed Il Volume Del Serbatoio Di Accumulo?

 

Dipende tutto dal tuo consumo di acqua calda. E quindi dal numero di persone che occupano la tua abitazione. In media le necessità di acqua calda sono di 20 litri per persona al giorno, se la temperatura dell'acqua all'interno del serbatoio di accumulo è fissata a 60°C e di 24 litri se la temperatura è invece di 50°C.

 

Infatti l'acqua calda che esce dal rubinetto è sempre premiscelata con l'acqua corrente per raffreddarne la temperatura fino a circa 40°C. A questa temperatura l'acqua viene impiegata per i suoi utilizzi più comuni; ad esempio, si consumano:

 

  • 120-160 litri per la vasca da bagno;
  • 50-60 litri per una doccia;
  • 10-12 litri per il lavabo;
  • 8-10 litri per il bidet;
  • 15-20 litri per il lavello da cucina.

 

In genere, per ogni metro quadrato di termosolare occorrono circa 50 litri di serbatoio di accumulo. In linea di massima si impiegano

 

  • 1,2 mq di pannelli per ogni persona per l'Italia Settentrionale
  • 1 mq di pannelli per ogni persona per l'Italia Centrale
  • 0,8 mq di pannelli per ogni persona per l'Italia del Sud.

 

Quindi occorrono circa 4 mq di pannelli solari e 200-250 litri di serbatoio per una famiglia di quattro persone nel Nord Italia; ne bastano 3,2 mq e 150-200 litri di serbatoio per 3-4 persone nel Sud Italia.

 

Mettere un pannello in più può aumentare la resa dell'impianto in maniera significativa durante i periodi freddi, o per aumentare il grado di comfort personale, mentre per i periodi caldi un dimensionamento di questo genere è considerabile più che sufficiente. Se si decide di sovradimensionare l'impianto aggiungendo pannelli solari, anche il serbatoio cresce con le proporzioni viste prima.

 

 

Quanto Costa Un Impianto Termosolare? Conto Termico e Detrazioni Fiscali.

 

Conto TermicoPuoi acquistare il tuo impianto termosolare, costituito da 2-3 pannelli ed un accumulo di 300 litri, a partire da una spesa di 600€. In realtà il costo dell'impianto è decisamente più grande di questa cifra, ma grazie alla cessione del conto termico ti è possibile realizzarlo senza dover sborsare la cifra corrispondente all'intero valore dell'impianto.

In pratica, ti offriamo la possibilità di acquistare il termosolare, chiedendoti di coprire solo quella parte del suo valore che non è compresa nel conto termico. Con la cessione del conto termico, saremo noi a riscuotere l'incentivo in compensazione della spesa per l'impianto che avremo realizzato per te. In alternativa, puoi coprire tu tutta la spesa dell'impianto e riscuotere l'incentivo del conto termico personalmente, senza cessione.

In alternativa al conto termico si può ricorrere alle detrazioni fiscali che coprono il 65% del valore dell'impianto, e che possono essere contabilizzate nella dichiarazione dei redditi con 10 rate di uguale importo per 10 anni.

La spesa affrontata per l'acquisto del termosolare si ripaga subito! Grazie al risparmio sul gas che metti in atto da subito, e che vale circa 300 - 400 €/anno, nell'arco di un anno e mezzo avrai compensato completamente il tuo investimento e ti sarai assicurato un impianto di valore duraturo nel tempo, che ti genererà uno stabile risparmio.

 

Per maggiori informazioni o se sei interessato alla nostra offerta, puoi compilare il nostro form dei contatti!