Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

fotovoltaico esteticoPiccoli capolavori di design dai nomi suggestivi: Mirò, Eyes, Bauhause, Flowers... l'idea è dell'azienda veneta Invent che ha sviluppato e brevettato un nuovo tipo di cella fotovoltaica: InvisibleCell®.

 

Questo nuovo tipo di cella fotovoltaica nasconde i collegamenti elettrici normalmente presenti sulla superficie esposta al Sole, rendendola completamente nera, e rivestita di una lastra di vetro dello spessore di 4 mm, che, oltre ad aumentare la resistenza meccanica del pannello stesso, rispetto ai tradizionali 3,2 mm, offre la possibilità di eseguire delle lavorazioni tridimensionali da cui ottenere i disegni più svariati.

 

Ciascuna delle composizioni di pannelli ha il suo nome, ispirato ai motivi più caratteristici dell'arte contemporanea. In pratica, ogni pannello fotovoltaico, singolarmente, sviluppa 250 Watt di quella che sarà la potenza complessiva dell'impianto, inoltre, ogni pannello è un tassello del mosaico che andrà a costituire il disegno complessivo dell'installazione.

 

Ad esempio, l'impianto Eyes è costituito da 12 moduli fotovoltaici, ciascuno dei quali riproduce una parte del disegno complessivo, mentre l'impianto sviluppa nel suo insieme una potenza di 3 kW; l'impianto Mirò è costituito da 42 moduli per una potenza complessiva di 10,5 kW, e così via... è dunque possibile scegliere il disegno e la potenza desiderati, considerando che ciascuna fantasia è associata ad una certa potenza.

 

Dalle immagini visualizzabili sul sito http://www.inventsrl.it/ è possibile vedere che l'azienda ha scelto di sviluppare più fantasie per differenti potenze. In alcuni casi, ad una certa potenza corrisponde più di una fantasia, come nel caso di Cyrcles, Eyes, installazioni da 12 pannelli o Bauhause e Trails, installazioni da 10 pannelli.

 

L'idea di rendere il fotovoltaico un oggetto di design architettonico può rivelarsi un importante strumento per la sua diffusione nei contesti urbani, negli edifici pubblici, o anche in realtà industriali. Il valore aggiunto della Bellezza, la sua capacità di agire come elemento ornamentale, potrebbe offrire la possibilità di migliorare l'estetica dell'impianto fotovoltaico e incentivarne la diffusione in contesti dove, più che altrove, anche l'occhio vuole la sua parte.

 

Inoltre, la possibilità di personalizzare i disegni, potrebbe dare il via anche ad operazioni commerciali volte a brandizzare questo elemento architettonico. Ad esempio, potrebbero essere realizzate installazioni che riproducano il logo delle aziende o altre immagini legate al brand, in grado di personalizzare un elemento che, viceversa, rimarrebbe altrimenti anonimo.

 

Last but not least, possiamo essere fieri del fatto che i moduli fotovoltaici Invent sono prodotti in Italia, che la tecnologia InvisibleCell®, che rende invisibili le connessioni elettriche sulla superficie del modulo, è un brevetto di Invent, e che i pannelli vengono realizzati in regime di qualità certificata con una linea automatizzata di elevata capacità produttiva.

 

Se c'è qualcosa per cui ci siamo sempre distinti nel Mondo è per la qualità e l'eleganza del Made in Italy, e avere portato innovazione anche in un settore inesplorato, da questo punto di vista, come il fotovoltaico, penso sia un bel risultato.

 

Ci saranno tentativi di imitazione? Credo proprio di sì... ma almeno in questo caso sarà per un buon motivo.