Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

fotovoltaico esteticoPiccoli capolavori di design dai nomi suggestivi: Mirò, Eyes, Bauhause, Flowers... l'idea è dell'azienda veneta Invent che ha sviluppato e brevettato un nuovo tipo di cella fotovoltaica: InvisibleCell®.

 

Questo nuovo tipo di cella fotovoltaica nasconde i collegamenti elettrici normalmente presenti sulla superficie esposta al Sole, rendendola completamente nera, e rivestita di una lastra di vetro dello spessore di 4 mm, che, oltre ad aumentare la resistenza meccanica del pannello stesso, rispetto ai tradizionali 3,2 mm, offre la possibilità di eseguire delle lavorazioni tridimensionali da cui ottenere i disegni più svariati.

 

Ciascuna delle composizioni di pannelli ha il suo nome, ispirato ai motivi più caratteristici dell'arte contemporanea. In pratica, ogni pannello fotovoltaico, singolarmente, sviluppa 250 Watt di quella che sarà la potenza complessiva dell'impianto, inoltre, ogni pannello è un tassello del mosaico che andrà a costituire il disegno complessivo dell'installazione.

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Fino a qualche tempo fa

questa era l'unica pecca che si poteva attribuire ai LED...

 

...il fatto cioè che non consentissero di creare una atmosfera calda e accogliente come quella creata dalle vecchie lampadine a incandescenza o dalle lampade alogene.

Questo a motivo del fatto che la loro temperatura di colore (vedi) si aggirava sui 3.000 Kelvin, tali da generare una luce calda, sì, ma tendente perlopiù a una tonalità bianca, a differenza della temperatura di colore di 2.700 K, più calda e più gialla, caratteristica delle lampadine di vecchia generazione a incandescenza, o alogene.

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva

Ho davanti una lampadina...

 

mi interessa sapere quanta luce fa e quanto consuma. Attenzione però, mentre il dato sul quanto consuma è abbastanza semplice da capire, lo stesso non si può dire per la luce che riesce a produrre.

 

Partiamo dal dato più semplice: quanto consuma?