Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

Siamo già arrivati a metà del nostro percorso della Via del Risparmio Energetico,

comincia a farsi sempre più concreta la possibilità di rendere questo obiettivo non più una bella idea... ma distante, quanto piuttosto un obiettivo raggiungibile e... molto pratico!

 

Fino adesso ci siamo soffermati sulle tecnologie che ci possono dare una mano consistente a tagliare la bolletta energetica con un piccolo investimento: le lampade a LED, lo scaldacqua a pompa di calore, gli stessi split a pompa di calore così comuni per la climatizzazione degli ambienti.

  

Quello che ancora non abbiamo affrontato è il bilancio energetico della nostra abitazione grazie a questi interventi.

Ciascuno di questi dispositivi per funzionare ha bisogno di energia elettrica. Se da un lato sono costretto a consumare energia elettrica per illuminare la casa, per riscaldare l'acqua, per raffrescare o riscaldare gli ambienti, e in generale per fare funzionare tutti gli altri dispositivi elettrici (elettrodomestici, computer...) della mia abitazione, è evidente che fino a qua sto conteggiando soltanto energia a perdere, energia che consumo e che in tutti i casi dovrò pagare in bolletta.

Attenzione! E' vero che queste spese sono inevitabili, ma con gli accorgimenti cui abbiamo accennato finora, con i dispositivi di cui abbiamo parlato, è possibile renderli molto più contenuti. Se poi decido di investire anche sul versante della produzione di energia con un impianto fotovoltaico, ecco che sto mettendo un altro tassello importante nel quadro. Perché ciò che riuscirò a produrre grazie al mio impianto fotovoltaico, l'energia elettrica che durante tutto il corso del giorno normalmente il mio impianto produce, va a ripagare la spesa energetica delle mie utenze elettriche.

Grazie al fatto che ho adottato le migliori tecnologie per ridurre la spesa energetica della mia abitazione, il mio impianto fotovoltaico, da solo, riesce a coprire tutto il fabbisogno energetico delle mie utenze, considerando in questo conteggio il bilancio complessivo annuale.

 

Se da un lato l'impianto fotovoltaico produce ciò che mi serve, e dall'altro riduco la mia spesa energetica con tecnologie più efficienti,

va da sè che posso raggiungere l'ideale dell'autonomia energetica.

 

In futuro ci soffermeremo anche sull'utilizzo delle batterie di accumulo per impianto fotovoltaico che in linea di principio rendono accessibile il target dell'impianto stand alone, cioè completamente autosufficiente e scollegato dalla rete elettrica. Questo, probabilmente, costituisce il passaggio più audace che si possa fare a proposito della questione dell'autonomia energetica e gli dedicheremo ampio spazio in futuro.

In particolare ci soffermeremo sui requisiti che dovrebbe presentare un impianto di questo genere per raggiungere la condizione stand alone.

 

Per il momento, stay tuned! Alla prossima!

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna