Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

EBEC ChallengePotrebbe essere l’inizio di un nuovo modo di fare ricerca quello pensato dalla BEST, la Board of European Students of Technology. Il 7-8 e 9 Marzo avrà luogo anche all’Università di Messina la EBEC Challenge, European Best Engineering Competition.

 

In pratica gli studenti di Ingegneria di tutta Europa si confrontano in un contest dove si affronta insieme un macroproblema. La struttura con cui è stato pensato il contest è di tipo piramidale. Si parte dai Gironi Locali, 79 dislocati su tutto il territorio europeo, tra cui Messina, quindi ci sono altri 15 Gironi Nazionali cui accedono i vincitori dei Gironi Locali. Ogni Girone Locale vede confrontarsi squadre di quattro persone che competono tra loro sulla risoluzione di una parte del macroproblema.

 

 In pratica è come se ci si dividesse i compiti. Anziché affrontare tutti gli aspetti del macroproblema, ogni Girone Locale prende in esame un set di sotto problemi, che saranno successivamente assemblati e che potranno essere utilizzati per risolvere il progetto nella sua interezza. In questo modo i partecipanti alla EBEC Challenge, dalle diversi parti d’Europa, potranno lavorare insieme verso lo stesso obiettivo, lavorando nel frattempo su parti diverse dello stesso progetto.

 

E noi cosa c’entriamo in tutto questo?

 

Tecnologie Solari Sicilia ha deciso di sponsorizzare l’iniziativa per il Girone Locale di Messina, prendendo parte ai lavori della giuria che valuterà le soluzioni proposte dagli studenti della Facoltà di Ingegneria dell’Università di Messina che concorreranno nel Challenge.

 

Gli sfidanti che prenderanno parte alla EBEC Challenge dovranno scegliere quale delle due sezioni della sfida affrontare: se la parte relativa alla progettazione vera e propria, la Team Design, o se scegliere la parte teorica denominata Case Study.

 

Nel caso del Team Design si avrà a disposizione il tempo previsto dalla durata del Challenge per progettare e costruire una soluzione creativa ad un problema ingegneristico, usando materiali e strumenti forniti dagli organizzatori, in accordo con l’obiettivo richiesto. I partecipanti alla categoria del Caso Studio lavoreranno all’analisi di un problema tecnologico per il quale dovranno fornire dettagliati suggerimenti e proposte di risoluzione.

 

Nessuna anticipazione per il momento sul set di sottoproblemi che toccherà risolvere ai nostri studenti, c’è da augurarsi che possano trovare davvero pane per i loro denti e che possano distinguersi anche quando la sfida si farà dura nel Girone Nazionale. A loro va il nostro in bocca al lupo, e che possano fare tesoro di questa esperienza per il loro futuro professionale.

 

TESS è Perseguire un Futuro Sostenibile.